lunedì, Giugno 24, 2024

PACE FATTA TRA EUROPA E AMAZON

Scrive Patrizia Licata per Corriere Comunicazioni: È ufficiale l’accordo tra Amazon e l’Antitrust europeo che chiude le cause intentate dalla Commissione Ue in merito a pratiche commerciali ritenute scorrette nei confronti dei venditori rivali. Le indagini degli uffici della vice-presidente esecutiva e commissaria alla concorrenza Margrethe Vestager si erano concentrate sul possibile comportamento anti-concorrenziale nell’uso dei dati non pubblici dei venditori e su una possibile discriminazione nel concedere ai merchant l‘accesso alla buy box e al programma Prime. I contenziosi hanno messo al centro il duplice ruolo di seller e reseller del colosso dell’e-commerce.

Ha affermato Margrethe Vestager, Commissionaria Europea alla Concorrenza: ‘Amazon raccoglie molti dati dalle attività dei venditori indipendenti sul mercato. Utilizza quindi i dati raccolti sul mercato per le proprie attività di vendita al dettaglio. In effetti, le operazioni di vendita al dettaglio di Amazon ottengono molte informazioni dai dati aziendali sensibili di 800.000 venditori attivi nell’Ue. Amazon utilizza questi dati per prendere decisioni commerciali nelle sue operazioni di vendita al dettaglio. Quindi eravamo preoccupati che Amazon fosse in grado di correre meno rischi dei rivenditori concorrenti attivi sulla sua piattaforma. Questo perché i rivenditori concorrenti non hanno accesso a tali dati. Pertanto, la nostra conclusione preliminare è stata che questo uso dei dati era un abuso di posizione dominante da parte di Amazon come fornitore di servizi di mercato in Francia e Germania’.

Ultimi articoli