domenica, Aprile 14, 2024

L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER LA PREVENZIONE DELL’ALZHEIMER

Secondo uno studio recente, l’intelligenza artificiale può aiutare a identificare i sottili cambiamenti nella voce e nel modo di parlare di un paziente, sostenendo i medici nel diagnosticare il deterioramento cognitivo e la malattia di Alzheimer prima della comparsa dei sintomi. Lo studio indica che i cambiamenti nei modelli di linguaggio sono associati al declino cognitivo e che alcuni di questi cambiamenti possono essere rilevabili anni prima che inizino a manifestarsi altri sintomi. “La nostra attenzione si è concentrata sull’identificazione di sottili cambiamenti linguistici e sonori che sono presenti nelle primissime fasi della malattia di Alzheimer ma che non sono facilmente riconoscibili dai familiari o dal medico di base”, ha dichiarato Ihab Hajjar, MD, professore di neurologia presso il Peter O’Donnell Jr. Brain Institute dell’Università del Texas (UT) Southwestern, che ha guidato lo studio

Leggi su Health IT Analytics

Ultimi articoli