mercoledì, Dicembre 1, 2021

DATI SENSIBILI: LA SICUREZZA PASSA DALLE LEGGI DELLA FISICA

Garantire un maggiore livello di sicurezza per la trasmissione di dati. Questo il risultato di uno Studio della Sapienza, frutto della collaborazione tra due gruppi sperimentali del Dipartimento di Fisica, che ha dimostrato come, attraverso l’impiego di un nuovo tipo di emettitori di fotoni, i quantum dots, sia possibile accrescere i livelli di sicurezza, sia che si tratti di una conversazione telefonica che una transazione bancaria.

La ricerca, pubblicata su Science Advances, ha previsto lo sviluppo sperimentale del primo canale di comunicazione quantistica tra due edifici all’interno del campus Sapienza.

Comunicare a distanza è diventata la regola nella vita di tutti i giorni sia per contattare privatamente amici o conoscenti, che per inviare dati sensibili, come ad esempio nelle transazioni bancarie. Diventa quindi di fondamentale importanza creare un apparato di protezione che renda sicuro lo scambio di dati, salvaguardandoli da potenziali intrusi. Infatti gli attuali mezzi di comunicazione sono intrinsecamente vulnerabili e il loro livello di sicurezza dipende esclusivamente dalle capacità tecnologiche dell’intruso.

Una soluzione a questo problema è stata individuata nella meccanica quantistica, che fornisce sistemi oggi conosciuti con la denominazione di “distribuzione a chiave quantistica”, in cui la sicurezza della comunicazione è garantita dalle leggi della fisica stessa: in una comunicazione crittografata, due utenti usano una chiave segreta per codificare un qualsiasi messaggio che diventa incomprensibile all’esterno. Questa chiave viene trasmessa, come suggerisce il nome, utilizzando segnali quantistici.

I quantum dots, o punti quantici, sono nanostrutture le cui dimensioni sono migliaia di volte più piccole di un capello umano ed è stato dimostrato che, sotto opportune condizioni, sono in grado di generare coppie di fotoni entangled di altissima qualità.

La sicurezza di tali protocolli è garantita dalla impossibilità di duplicare esattamente uno stato quantistico sconosciuto, una peculiare proprietà che rende visibile la presenza di un eventuale intruso nel canale di comunicazione. Nonostante questo tipo di soluzione sia già stata studiata e implementata sperimentalmente negli ultimi anni grazie all’aiuto delle tecnologie ottiche, una delle sfide più difficili da affrontare è quella di ottimizzare la generazione dei portatori di informazione quantistica per tale scopo, ovvero i singoli fotoni, e la loro peculiare proprietà di correlazione a distanza, l’entanglement quantistico.

DEMOCRAZIA, CONTRADDIZIONI, SICUREZZA, TECNOLOGIA. WHAT’S NEXT ?

Appunti per un laboratorio su Democrazia e Stato nel tempo della rivoluzione tecnologica Il "Summit delle Democrazie" proposto dal Presidente americano Biden è una prospettiva...

VEICOLI IPERSONICI: LA SFIDA DI CINA E RUSSIA

Spazio e dintorni, 1 dicembre 2021   - Sandra Erwin, SpaceNews: China’s successful demonstration of a hypersonic glide vehicle — a weapon that is boosted to space, orbits the Earth...

ARRIVA UNA LEGGE SUI MERCATI DIGITALI

Arriva una legge europea sui mercati digitali. E' stata approvata a larga maggioranza la relazione sul Digital Markets Act (Dma) nella commissione del Parlamento...

RIUSCIRÀ IL SUMMIT DELLE DEMOCRAZIE ?

Diario geostrategico,  1 dicembre 2021 Buona lettura !    The Science of Where Magazine's interviews: - L'Intelligence tra rischio, cyber e passione. The Science of Where Magazine incontra Adriana Piancastelli...

CLIMA: LA CINA NON PUÒ ASPETTARE

Secondo Global Times (Carbon neutrality goal can save China $134 trillion by 2100: Study - Global Times, Zhao Yusha, 30 novembre 2021), per la Cina...

BIOPRODUZIONE NELLO SPAZIO

Spazio e dintorni, 30 novembre 2021  - Sandra Erwin, SpaceNews: The Defense Advanced Research Projects Agency in a new program will explore options to conduct biomanufacturing in...

Ultimi articoli