mercoledì, Agosto 10, 2022

CLIMATE ACTION, POPOLAZIONI INDIGENE E COMUNITA’ LOCALI

Una sfida chiave dell’attuazione degli interventi sul clima è garantire che le popolazioni indigene e le comunità locali si impegnino in modo significativo nei processi e accedano ai loro pieni benefici. Questo tipo di impegno per i programmi di riduzione delle emissioni climatiche è stato molto impegnativo, soprattutto nel contesto della pandemia di COVID-19. Gli sforzi di sensibilizzazione sono in corso da tempo da parte dei governi. Ma raggiungere comunità e gruppi sociali svantaggiati ed emarginati continua a essere un compito difficile, aggravato dalla pandemia, che ha reso quasi impossibile condurre sforzi diretti di sensibilizzazione di persona. Ma è assolutamente vitale raggiungere queste comunità, non solo per aiutare a demistificare la finanza per il clima basata sui risultati e il linguaggio spesso altamente tecnico di REDD+ (Reducing Emission from Deforestation and Forest Degradation in Developing Countries) ma anche per autorizzarle a essere amministratori sul campo dell’azione per il clima. La Forest Carbon Partnership Facility (FCPF) di Banca Mondiale ha firmato accordi con 15 Paesi per fornire pagamenti per le  riduzioni delle emissioni nell’ambito degli accordi REDD+ per un valore totale di 720 milioni di dollari. Il primo pagamento al Mozambico è stato effettuato un anno fa e più Paesi riceveranno i primi pagamenti entro la fine dell’anno.

approfondisci su World Bank blogs: Tuning in for climate action: How a new podcast from Indigenous Peoples and local communities is helping others Get REDDy for REDD+

INTER-IN-DIPENDENZA E AUTONOMIA STRATEGICA

Il think tank CSIS pone un tema di grande rilevanza e interesse strategico: The adoption of the CHIPS and Science Act is a watershed in U.S. economic...

US ARMY: UNIRE LE FORZE

Per diversi mesi, l'esercito americano ha silenziosamente sperimentato come collegare più strettamente sul campo di battaglia il comando per le operazioni speciali, il comando...

SENSORI “NON TRADIZIONALI” PER SPACECOM

Space Command sta integrando sensori "non tradizionali", originariamente costruiti per tracciare e puntare missili balistici, nella sua rete per tenere sotto controllo satelliti e...

PARTNERSHIP TRA ISRAELE E MAROCCO PER LA SICUREZZA REGIONALE

Il mese scorso, l'U.S. Africa Command ha ospitato la sua principale esercitazione multilaterale, African Lion 22, che ha coinvolto 7.500 forze della coalizione provenienti...

EU CHIPS ACT. L’EUROPA E L’INDIPENDENZA TECNOLOGICA

Tra le crescenti tensioni geopolitiche e le sfide poste dall'innovazione dirompente, i responsabili politici europei stanno cercando modi per rafforzare l'autonomia strategica del continente,...

LA SFIDA DI TAIWAN

Gli analisti militari utilizzano spesso la modellazione per prevedere risultati specifici in guerra, inclusi vincitori e vinti, vittime, guadagni o perdite territoriali e durata...

Ultimi articoli