giovedì, Luglio 25, 2024

NON PERDIAMO IL TRENO DELL’INNOVAZIONE

Il ‘Rais Gis Summit’, a Roma l’8 novembre 2022, è un evento internazionale organizzato da Esri e  Rete Ferroviaria Italiana (RFI) con il supporto di Esri Italia. In presenza dopo il periodo di pandemia, tenere questo appuntamento a Roma, nella sede delle delle Ferrovie dello Stato, è un segnale positivo perché sottolinea il voler essere all’avanguardia nel settore e, soprattutto, che il nostro Paese ha veramente voglia di non perdere il ‘treno dell’innovazione’.

Gestione, Progettazione e Innovazione della Rete ferroviaria italiana sono temi importanti per lo sviluppo del Paese e un tema essenziale del PRNN.

Progettare una nuova infrastruttura o doverla ammodernare deve tenere conto di parametri tecnologici che solo qualche anno fa non facevano parte della cultura ingegneristica.Per far questo è necessario conoscere processi nuovi come il BIM (Building Information Modeling) che crea un vero Modello Digitale (Twin) e ne diventa il DNA digitale capace di mantenere la “storia” del progetto, le sue evoluzioni, il “carattere”, le specificità tecniche e materiali, l’impiantistica e le caratteristiche strutturali. Quando il manufatto viene inserito in un contesto territoriale il GIS (Geographic Information System) o “scienza del dove” come Esri chiama questa tecnologia, diventa la tecnologia di riferimento, perché permette di tener conto delle caratteristiche del territorio, da quelle fisiche a quelle ambientali, da quelle antropiche a quelle delle reti tecnologiche, gestisce le informazioni del piano territoriale o di quello del trasporto e le simulazioni di come potrebbe reagire il territorio generando tutte le possibili alternative.

Si ottiene una imponente banca dati informativa che si deve saper governare e gestire. Le informazioni sono anche immagini prese da Droni, Aerei e Satelliti e ci danno una vista diversa e dall’alto del progetto o della reazione al progetto del territorio permettendo, con la tecnologia LAS, di avere in tempo reale una visione in 3D  Poi l’interconnessione con l’IOT (Internet of Things) o sensori che stanno cambiando il mondo. Sono i sensori che, fornendo i dati immediatamente e in maniera dinamica, sono essenziali per comprendere se ci sono variazioni della struttura, della temperatura, dei movimenti del terreno, monitorando gli scambi ferroviari, gli spostamenti, i cali di tensione e l’efficienza della rete,tenendo conto anche della situazione climatica

Le Reti Ferroviarie nell’800 hanno trasformato e fatto grandi Nazioni e Continenti, ricordiamo il ruolo avuto negli Stati Uniti d’America per la conquista del West e il suo sviluppo. Pensiamo cosa significa  per il nostro Paese l’alta velocità che è diventata la “Metropolitana d’Italia” ed ha dato un impulso incredibile alla nostra economia.

Anche oggi la Rete Ferroviaria Italiana può e deve avere il ruolo di volano dello sviluppo, ma può farlo solo se lo svolge in modo innovativo e digitale.

 

 

Ultimi articoli