venerdì, Marzo 1, 2024

USA-EUROPA. LA QUESTIONE DEI SEMICONDUTTORI TRA POLITICA ED ECONOMIA

All’inizio di dicembre, il Presidente Biden ha ospitato il Presidente francese Emmanuel Macron per la prima visita di Stato della sua presidenza. La politica industriale è stata al centro dell’agenda diplomatica, con Macron che ha espresso la sua preoccupazione per i risultati dell’impegno dell’amministrazione Biden per il “Buy America”: in particolare, l’Inflation Reduction Act (IRA), che prevede crediti d’imposta solo per i veicoli elettrici prodotti in America, e il CHIPS Act, che prevede investimenti e incentivi per la produzione di semiconduttori negli Stati Uniti. La frustrazione non è stata una sorpresa. Le sfumature protezionistiche dell’IRA e del CHIPS Act hanno irritato gli alleati in Europa sin dalla loro approvazione; prima del suo viaggio, Macron ha persino promosso un “Buy European Act” per contrastare l’incursione degli Stati Uniti nella politica industriale. Oltre alle restrizioni senza precedenti sui componenti dei semiconduttori, la retorica e le normative provenienti dagli Stati Uniti e dall’Europa sono un segnale di inversione di tendenza rispetto a una spinta alla globalizzazione che dura da decenni e sollevano un’importante serie di domande politiche.

Leggi su Brookings

Ultimi articoli