domenica, Gennaio 23, 2022

L’ESERCITO USA E LA TRASFORMAZIONE DIGITALE

Digital Transition & Complexity

Alle prese con l’ammodernamento della infrastruttura cloud e del flusso di dati attraverso le reti aziendali e tattiche in tutto il mondo, l’esercito degli USA ha accolto la sfida della trasformazione digitale. Ne scrive Defense News: US Army assigns data, tactical cloud experiments to multidomain task forces

Un tema sensibile viene affrontato dal think tank Brookings ed è il rapporto sinergico e strategico tra la transizione digitale, la democrazia e lo sviluppo globale. Se l’innovazione tecnologica, come evidenziato anche nel corso del recente Summit for Democracy, è e sarà sempre più decisiva, occorre porre attenzione alla sua finalizzazione. Governo digitale, dunque, per rafforzare – oltre all’efficienza – la democrazia, le sue tutele e la libertà: How can digital government advance global development and democracy?

E’ importante concentrarsi sull’aspetto psicologico distorcente indotto da molta disinformazione malevola portata nei circuiti di internet e nei social media. Interessante analisi da Defense One: Trollfare: How to Recognize and Fight Off Online Psyops

Il mercato dei cavi sottomarini interessa le big tech. I numeri parlano chiaro: Il 99% del traffico delle comunicazioni internazionali avviene tramite cavi sottomarini. 1,3 milioni di chilometri è l’estensione dell’infrastruttura. 426 cavi sottomarini erano in servizio all’inizio del 2021 ma il numero si modifica in continuo. Ne scrive Agenda Digitale: Cavi sottomarini, così l’ingresso delle big tech cambia il business

Il progetto europeo Gaia-X sul cloud rischia di perdere la sua identità per l’ingresso di colossi extra-europei ? Mentre l’operatore francese del public cloud Scaleway si è ritirato dall’iniziativa europea, in Italia si è costituita l’associazione Gaia-X Hub Italia (sostenuto da Sviluppo economico, Innovazione e transizione digitale, Università e ricerca).  Agenda Digitale riporta: Gaia-X, in crisi il cloud europeo? Le sfide da superare, con l’ingerenza delle big tech

 

LO SVILUPPO TECNICO-SCIENTIFICO NON PUÒ ESSERE ASETTICO. PARLA MAURO LOMBARDI (UNIVERSITÀ DI FIRENZE)

The Science of Where Magazine incontra il Prof. Mauro Lombardi, docente di Economics of Innovation presso il DISEI (Dipartimento di Scienze per l’Economia e l’Impresa, Università di...

LE DIFFICOLTÀ DEL MULTILATERALISMO DIGITALE. PARLA SARAH KREPS (CORNELL UNIVERSITY)

The Science of Where Magazine incontra Sarah Kreps. Sarah è John L. Wetherill Professor of Government, Adjunct Professor of Law, Direttore del Tech Policy Lab at Cornell University.  E'...

L’INTELLIGENCE TRA RISCHIO, CYBER E PASSIONE 

The Science of Where Magazine incontra Adriana Piancastelli Manganelli,  OSINT Senior Analyst Il rischio è in profonda trasformazione e, sempre di più, vediamo la complessità della...

LA CINA DOMINA LE TERRE RARE 

Diario geostrategico, 17 gennaio 2022   Buona lettura !      The Science of Where Magazine's interviews: - L'Intelligence tra rischio, cyber e passione. The Science of Where Magazine incontra Adriana Piancastelli...

DIGITAL SOVEREIGNTY FOR THE WIN, SAYS SARAH KREPS (CORNELL UNIVERSITY)

by Marco Emanuele The Science of Where Magazine meets Sarah Kreps. Sarah is the John L. Wetherill Professor of Government, Adjunct Professor of Law, and Director of the...

IL POTERE TRASFORMATIVO DELL’INTELLIGENZA ARTIFICIALE (SECONDO KISSINGER E SCHMIDT)

Diario geostrategico, 14 gennaio 2022   Buona lettura !  The Science of Where Magazine's interviews: - L'Intelligence tra rischio, cyber e passione. The Science of Where Magazine incontra Adriana Piancastelli...

Ultimi articoli