sabato, Febbraio 24, 2024

THE SCIENCE OF WHERE: NEI TERRITORI DELLA RESPONSABILITÀ

Tante, lo abbiamo più volte ricordato in queste pagine, sono le applicazioni possibili del complesso di soluzioni tecnologiche che chiamiamo “The Science of Where”.

Pensiamo agli incendi e alla necessità non solo di monitorare i territori ma anche di prevenire le devastazioni e di immaginare, con il supporto della tecnologia, innovative modalità di sfruttamento e di rigenerazione dei territori stessi. L’età dell’Antropocene, l’impatto dell’uomo sulla natura, non è un qualcosa di cui parlare con distacco perché siamo noi, esseri umani, che decidiamo il destino del mondo in cui viviamo attraverso i nostri comportamenti più o meno responsabili.

E’ sempre l’uomo che genera le trasformazioni che conosciamo e, in queste, le possibilità di governarle. Dobbiamo imparare a convivere con la complessità e con le complessità del contesto planetario, incarnato in ogni territorio (servono visioni “glocali”): complessità che ci appartengono in quanto ri-creatori ma anche distruttori di realtà.

E’ interessante un passaggio di Kimberly Hartley (California Wildfires Are Changing, So Will the Forests Themselves): The many factors driving shifting wildfire behaviors include climate changes, weather, local winds, water-stressed vegetation, fuels, topography, soils, and ultimately, us — humanity. The complexities resemble a “fire quilt,” says Joaquin Ramirez, founder of Technosylva which developed the fiResponse software system, built with Esri’s ArcGIS technology, that is used by states and fire agencies in predicting and monitoring active wildfires. Key is learning to “live with good fire,” he said, the type of fire that keeps forests in balance, as well as resisting the desire to rebuild homes in the same locations of previous, recent, fires. 

In sintesi, dobbiamo imparare a convivere realisticamente con ciò-che-siamo immaginando, sulla base della conoscenza dei contesti (la conoscenza geografica dei luoghi), soluzioni progettuali.

Il fuoco è parte della foresta. Con questa espressione, in un viaggio interessante nella The Science of Where, “camminiamo” in una cultura (fondata su un pensiero complesso, critico e … geografico) della tecnologia che ci mostra, in ogni istante della nostra vita, le trasformazioni di cui siamo attori e che subiamo. Faremo molti altri esempi che ci porteranno a ulteriori riflessioni, cammin facendo.

 

Ultimi articoli