giovedì, Maggio 30, 2024

INTELLIGENZA ARTIFICIALE E L’IMPORTANZA DEL SUMMIT DI BLETCHLEY PARK

Dame Wendy Hall e Trisha Ray (Atlantic Council) scrivono della Dichiarazione finale del summit svoltosi a Bletchley Park sull’intelligenza artificiale. La Dichiarazione ha sottolineato l’importanza del coinvolgimento di più parti interessate e della cooperazione internazionale e ha posto l’accento sulle responsabilità degli ‘attori che sviluppano capacità di intelligenza artificiale di frontiera’. Molta attenzione è stata riservata al fatto di aver riunito Cina, Unione Europea e Stati Uniti per firmare una Dichiarazione sulla governance dell’intelligenza artificiale, in un momento in cui sembrano essere d’accordo su ben poco altro. La Dichiarazione rivela che c’è una preoccupazione diffusa per i potenziali danni che potrebbero derivare dai sistemi di intelligenza artificiale e riconosce che le soluzioni non possono essere definite da un solo Paese. E così, sullo stesso palco, il segretario americano al Commercio Gina Raimondo ha dichiarato che ‘anche se le nazioni competono vigorosamente, possiamo e dobbiamo cercare soluzioni globali a problemi globali’, mentre il vice ministro cinese della Scienza e della Tecnologia Wu Zhaohui ha invitato alla collaborazione per mitigare i potenziali danni involontari dei modelli di intelligenza artificiale di frontiera. Anche la presenza di Wu alle riunioni a porte chiuse dei leader governativi del secondo giorno del vertice è stata degna di nota, data la posizione di influenza della Cina nello sviluppo dell’intelligenza artificiale.

Leggi da Atlantic Council

Ultimi articoli