venerdì, Giugno 14, 2024

UE: RAGGIUNTO L’ACCORDO PER L’ ‘AI ACT’

Come avevamo notato nei giorni scrivendo di ‘percorso tortuoso’ per la legge europea sull’intelligenza artificiale, dopo 36 ore di negoziato le istituzioni europee hanno raggiunto l’accordo sull’AI Act.

Così ha notato, su X, Thierry Breton, commissario europeo al Mercato Interno: Historic! The EU becomes the very first continent to set clear rules for the use of AI. The AI Act is much more than a rulebook — it’s a launchpad for EU startups and researchers to lead the global AI race.

Obiettivo della normativa: garantire che l’IA protegga i diritti fondamentali, la democrazia, lo Stato di diritto e la sostenibilità ambientale, promuovendo l’innovazione e rendendo l’Europa leader nel settore. Sono state adottate salvaguardie e ristrette eccezioni per l’uso di sistemi di identificazione biometrica, previa autorizzazione giudiziaria e per elenchi di reati rigorosamente definiti. L’utilizzo di sistemi di identificazione biometrica “in tempo reale” sarebbero esclusivamente ai fini di: ricerche mirate di vittime (rapimento, traffico, sfruttamento sessuale); prevenzione di una minaccia terroristica specifica e attuale;  localizzazione o identificazione di una persona sospettata di aver commesso uno dei reati specifici menzionati nel regolamento (tra cui terrorismo, traffico di esseri umani, omicidio, stupro). Sono vietati: i sistemi di categorizzazione biometrica che utilizzano caratteristiche sensibili (convinzioni politiche, religiose, razza); la raccolta non mirata di immagini del volto da Internet o da filmati di telecamere a circuito chiuso per creare database di riconoscimento facciale.

 

Ultimi articoli